Scuola internazionale delle Arti e della Cultura italiana

fuochi san giovanni battista firenze 24 giugno

Firenze d’estate è ancora più straordinaria, ma c’è una notte speciale che la illumina e la fa risplendere in tutta la sua bellezza! Si tratta del 24 giugno, giorno in cui si celebra San Giovanni, il patrono della città. Un’intera giornata di festeggiamenti, tra cortei storici e giochi tradizionali, che culmina coi “fochi”, un incredibile spettacolo pirotecnico dal piazzale Michelangelo. La figura di San Giovanni Battista, il patrono di Firenze appunto, in epoca medievale incarnava la “rettitudine morale e la correttezza politica”. Il Battista fu un santo di alto valore simbolico per la città, al punto tale che la sua effige era impressa sul fiorino, la moneta ufficiale fiorentina.

La sua nascita, celebrata proprio il 24 giugno, in origine veniva festeggiata dai signori e dai nobili fiorentini che donavano ceri e candele. Col passare dei secoli, la festa si articolò sempre di più, fino a coinvolgere tutta la città.

Attualmente le celebrazioni iniziano con un corteo guidato dal Gonfalone che da Palazzo Vecchio arriva al Battistero. Da qui le autorità cittadine e l’Arcivescovo giungono in Duomo per una messa solenne.

Nel pomeriggio si gioca l’attesissima finale del Calcio Storico: quella del calcio in livrea, tra tutte le ricorrenze dell’estate fiorentina è indubbiamente una tra le più originali e tra le più sentite. Vere e proprie tifoserie si riuniscono, infatti, tutti gli anni in piazza Santa Croce e, sotto lo sguardo severo della statua di Dante, incoraggiano la squadra del cuore a gran voce. I Bianchi di Santo Spirito, i Rossi di Santa Maria Novella, i Verdi di San Giovanni e gli Azzurri di Santa Croce si sfidano in due match nei primi fine settimana del mese. Le due squadre vincenti si scontrano proprio durante il pomeriggio del 24 giugno, dopo un corteo in costume che anticipa la finale e infiamma le tifoserie.

La giornata si conclude con gli spettacolari fuochi d’artificio, i “fochi”, per dirlo alla fiorentina! Lo scoppio di un colpo di cannone alle 22 in punto segna l’inizio di uno spettacolo pirotecnico senza uguali: lanciati dalla postazione di piazzale Michelangelo, i fuochi sono visibili da ogni punto della città e illuminano i lungarni di scintillanti policromie, rendendoli ancora più magici. Dal panorama mozzafiato dei colli fiesolani fino ai lungarni affollati non c’è dubbio: in qualsiasi punto di Firenze la trascorriate, sarà una notte incredibile!