Scuola internazionale delle Arti e della Cultura italiana

walkable citiyVivere a Firenze significa essere immersi quotidianamente nella bellezza. Dalle facciate delle chiese fino ai vicoli impregnati di storia, dalla poesia dei lungarni fino agli angoli più nascosti, questa città è un vero e proprio museo a cielo aperto. E la cosa più bella è che è interamente visitabile a piedi!

Firenze, infatti, pur essendo una capitale europea, è una tra le “top walkable cities” al mondo, cioè una tra le più belle città facilmente percorribili a piedi. Basta infatti scendere dal treno alla Stazione Centrale per essere catapultati di fronte alla Basilica di Santa Maria Novella, autentico capolavoro in marmo bianco e serpentino verde di Prato, progettato da Leon Battista Alberti.

Pochi passi innanzi, si trova la basilica di San Lorenzo, che per 300 anni fu la cattedrale di Firenze, con le straordinarie Cappelle Medicee. Proseguendo, si arriva in piazza San Giovanni dove, incastonato tra le viuzze del centro, si erge il massiccio complesso del Duomo, con il battistero di San Giovanni Battista e la cattedrale. Quest’ultima, progettata da Arnolfo di Cambio, fu intitolata nel 1412 a Santa Maria del Fiore e, al momento del suo completamento, era la terza chiesa del mondo e la più grande in Europa: 153 metri di lunghezza, 90 metri di larghezza e 90 metri dal pavimento alla lanterna.

Lasciandosi alle spalle il Duomo, con il meraviglioso campanile di Giotto e la straordinaria Cupola del Brunelleschi, di cui nel 2020 si celebrano i 600 anni dall’inizio della costruzione, si prosegue su via dei Calzaiuoli, raggiungendo così piazza della Signoria. Anche qui, una torre domina lo spazio: si tratta di Palazzo Vecchio, edificio trecentesco, attualmente sede del Comune della città. Di fronte al palazzo, la Loggia dei Lanzi, uno scrigno che custodisce sculture immortali come il Perseo del Cellini o il Ratto delle Sabine del Giambologna.

A pochi passi dalla piazza, ci imbattiamo in uno tra i luoghi più visitati al mondo: il Museo degli Uffizi, con la sua sconfinata collezione di capolavori, un corpus espositivo considerevole che comprende le opere di Raffaello, Botticelli, Giotto, Tiziano, Caravaggio, Tintoretto e molti altri.

Dagli Uffizi, ci si affaccia sui lungarni dove, camminando per pochi metri, ci si imbatte nel celeberrimo Ponte Vecchio, sormontato dall’altrettanto celebre Corridoio Vasariano che collegava gli Uffizi a Palazzo Pitti. Attraversando l’Arno, si rimane rapiti dallo scintillare delle botteghe, nelle cui vetrine risplendono autentiche opere d’arte di oreficeria.

Ancora qualche passo e ci troviamo proprio a Palazzo Pitti, un tempo dimora dei Medici, mentre poco più avanti si estende Boboli, polmone verde cittadino e più famoso esempio al mondo di giardino all’italiana.

Avete visto quanto può essere meraviglioso passeggiare per Firenze e quanti secoli di storia si attraversano, facendo qualche passo in città?

0
0
0
s2smodern

   Cookie policy    Privacy policy