Scuola Internazionale delle Arti, della Lingua e della Cultura Italiana

facebook twitter instagram linkdn blog
claim blog

L’italiano è la quarta lingua più studiata al mondo

italiano

Arte, letteratura, architettura sono i campi per cui l’Italia è tradizionalmente conosciuta in tutto il mondo. Città della bellezza per antonomasia, Firenze è una tra le destinazioni top scelte dagli studenti internazionali, in special modo dai ragazzi statunitensi che lo scorso anno sono arrivati nel capoluogo toscano in più di 15 mila. Ma non è tutto: la lingua italiana infatti è tra le più studiate al mondo. Scopriamo perché.

Con un totale di due milioni e 145 mila studenti sparsi in 115 paesi del mondo, l’italiano si classifica al quarto posto tra le lingue più studiate su scala globale nel 2018, registrando rispetto all’anno precedente un incremento nel numero di studenti pari al 3,85%. Ad incuriosire è il fatto che, su un totale di 60 milioni di abitanti nella penisola e 67 milioni di parlanti in tutto il mondo, l’italiano si piazzi solamente al ventunesimo posto tra le lingue più parlate al mondo. Come mai in così tanti decidono, dunque, di avvicinarsi allo studio dell’idioma del Belpaese?

Tra i principali fattori di preferenza vi è indubbiamente il fatto che l’italiano sia riconosciuto universalmente come codice dell’arte per eccellenza: in tutto il pianeta, storici dell’arte, archeologi, umanisti, critici ed esperti di arti figurative sono obbligati a confrontarsi con questa lingua. A queste ragioni di ricerca e di studio, si accompagnano fattori più prettamente economici. Italia, infatti, è sinonimo di qualità, di pregio e di prestigio nei comparti legati design, all’alta moda, nell’universo food e in tutto ciò che riguarda la produzione vitivinicola.

Studiare italiano è, quindi, fondamentale per chiunque si voglia specializzare nei settori dell’arte, del lusso e dell’eccellenza. Non è un caso, dunque, che tra i 330 mila ragazzi americani che l’anno scorso hanno lasciato il proprio paese per un periodo di study abroad, la meta più richiesta, dopo il Regno Unito, sia proprio l’Italia. Di questi 35 mila – il 10,8 % del totale – più della metà ha scelto il capoluogo toscano.

Studiare italiano a Firenze offre un punto di vista privilegiato: la città dove si sono ispirate le menti più geniali della storia dell’umanità – Leonardo, Michelangelo, Dante, Botticelli, per citarne solo alcune. Un’esperienza immersiva e stimolante, a contatto con i più grandi capolavori del mondo. L’opportunità per crescere professionalmente, artisticamente e – perché no – interiormente.

 

0
0
0
s2sdefault

   Cookie policy    Privacy policy